Benvenuto

ORTOFRUTTA

  • bietole-labottegazefiro

    Bietole – 1 Kg

    PRODUZIONE : ITALIA – LAZIO – LT – AZ. AGRICOLA

     

    La bietola conosciuta anche come Bieta vulgaris Cycla-Chenopodiacee, è una varietà di barbabietola da orto, originaria della zona mediterranea, fa parte della famiglia delle chenopodacee, di cui fanno parte anche gli spinaci.
    E’ un ortaggio dalle foglie grandi di colore verde, i gambi possono avere differente colore a seconda della varietà, potranno essere bianchi, gialli o rossi, viene consumata cotta e si utilizzano sia le foglie che le coste. Esistono principalmente due tipi di bietola che differiscono nella forma delle foglie: la bietola da coste e la bietola da foglie o erbetta.

  • broccoletti-labottegazefiro

    Broccoletti – 1 kg

    PRODUZIONE : ITALIA – LAZIO – LT – AZ. AGRICOLA 

     

    Il Cavolfiore, pianta erbacea biennale, presenta una radice fittonante non molto profonda. Sul fusto eretto (lungo da 15 a 50 cm) sono inserite alcune decine di foglie costolute, di cui quelle più esterne sono più grandi, di colore verde più o meno intenso a volte tendente al grigio, pruinose, mentre quelle interne sono di colore giallognolo o verde chiaro e spesso ricoprono completamente la parte edule.

    La parte edule viene chiamata dai vari studiosi corimbo, pomo, cespo, capolino, fiore, pane, palla, testa, infiorescenza, falsa infiorescenza, gemma apicale ipertrofizzata o sferoide compatto. Il corimbo è il risultato della ripetuta ramificazione della porzione terminale dell’asse principale della pianta. Il corimbo può assumere forme molto diverse. La superficie superiore convessa del corimbo è formata da un elevatissimo numero di meristemi apicali.

  • sparacelle-labottegazefiro

    Broccoli Sparacelle – 1 kg.

    PRODUZIONE : ITALIA – LAZIO – LT

    Varietà ibrida, tipica della zona palermitana, pianta molto vigorosa e rustica. Lo sparacello palermitano produce 10-12 ricacci laterali per pianta. I ricacci dallo stelo poco fibroso e perfettamente edule possono essere utilizzati a mazzetti. Dal trapianto alla raccolta occorrono 85-90 giorni. In cucina vengono usati in vari modi e in innumerevoli ricette deliziose come le orecchiette ai broccoli, crespelle, lessati con aglio e olio e in ricette tipiche della Sicilia come i broccoli affogati.

  • cavolo-broccolo-siciliano-labottegazefiro

    Broccolo Siciliano – 1 kg

    PRODUZIONE : ITALIA – LAZIO – LT – AZ. AGRICOLA

     

    Varietà ibrida, tipica della zona palermitana, pianta molto vigorosa e rustica. Lo sparacello palermitano produce 10-12 ricacci laterali per pianta. I ricacci dallo stelo poco fibroso e perfettamente edule, possono essere utilizzati a mazzetti. Dal trapianto alla raccolta occorrono 85-90 giorni. In cucina vengono usati in vari modi e in innumerevoli ricette deliziose come le orecchiette ai broccoli, crespelle, lessati con aglio e olio e in ricette tipiche della Sicilia come i broccoli affogati.

     

     

  • broccolo-verde-labottegazefiro

    Broccolo Verde – 1 kg

    PRODUZIONE : ITALIA – LAZIO – LT – AZ. AGRICOLA

     

    I broccoli, anche se appartengono alla specie dal cavolfiore, si distiguono per i germogli o infiorescenze secondarie. Probabilmente è stata proprio questa peculiarità a determinare il nome di broccolo. E’ una delle verdure orticole di uso più antico.

    Conosciuto fin dall’antichità, era considerato sacro dai Greci; i Romani lo utilizzavano per curare le più svariate malattie e lo mangiavano crudo, prima dei banchetti, per aiutare l’organismo ad assorbire meglio l’alcool. In Italia si affermò prima in Toscana e in meridione. I Paesi in cui è maggiormente diffusa la sua coltivazione sono l’India, la Cina, la Francia, l’Italia e gli Stati Uniti.

  • canasta-labottegazefiro

    Canasta – 1 Kg

    PRODUZIONE : ITALIA – LAZIO – LT – AZ. AGRICOLA 

    Pianta a cespo con il cuore semiaperto, presenta foglie grandi dai margini arricciati di colore rosso brillante e leggermente bollose.

    Poverissima di calorie, è un ottimo rinfrescante e aperitivo. Presenta una buona dose di vitamine, minerali e oligoelementi, specialmente iodio, nichelio, cobalto, manganese e rame. Come tutte le lattughe, contiene un succo lattiginoso, il lactucarium, sostanza complessa che esercita un’azione analgesica, sedativa e ipnotica: le insalate di lattughe sono infatti  salutari se consumate durante il pasto serale, specialmente dalle persone nervose o che soffrono d’insonnia.

  • cappuccina-labottegazefiro

    Cappuccina – 1 Kg

    PRODUZIONE : ITALIA – LAZIO – LT – AZ. AGRICOLA 

     

    Insalata appartenente alla famiglia delle Composite. Si tratta di una pianta a cespo, con foglie larghe e rotondeggianti  e margini più o meno ondulati. A mano a mano che si avvicinano al centro, le foglie tendono a crescere più strette le une sulle altre, il che ne provoca l’imbianchimento non essendo esposte alla luce. Perciò, mentre le foglie esterne sono verdi, quelle che formano il cuore sono in genere di colore bianco-giallino. La lattuga a cappuccio è un ortaggio del quale si coltivano molte varietà; è reperibile perciò tutto l’anno. Come tutti i vegetali da mangiare crudi, la lattuga andrebbe colta e consumata. Può comunque sopportare uno o due giorni in frigorifero, anche già sfogliata, lavata e asciugata perfettamente, quindi riposta in un contenitore ermetico.

    In questo caso, le foglie non dovranno essere spezzettate, operazione da fare all’ultimo momento, manualmente, prima di metterle nell’insalatiera. Il cuore andrà lasciato intero e tagliato a sottili spicchi.

     

  • carciofi-labottegazefiro

    Carciofi – 1 Kg

    PRODUZIONE : ITALIA – LAZIO – LT – AZ. AGRICOLA

     

    Il carciofo è una pianta erbacea bienne probabilmente derivata dalla selezione orticola del cardo selvatico. Quindi non si rinviene allo stato spontaneo, ma viene abbondantemente coltivata come ortaggio.
    Nel primo anno si sviluppa una rosetta di foglie basali molto allungate e profondamente divise; nel secondo, dal centro della rosetta si sviluppa il fusto fiorale unico con foglie sessili più piccole ed alla sommità i capolini grandi con fiori tutti tubulosi ermafroditi, con 5 petali di colore blu-violetto. Le foglie basali del carciofo sono pennato-partite lunghe 30-60 cm e larghe 5-10 cm, con nervatura centrale prominente e segmenti dentati sprovvisti di spine; quelle alla sommità del caule sono invece di dimensioni minori, pennatofide, lobate o quasi intere. La foglia completamente sviluppata si presenta verde e glabra nella pagina superiore, mentre l’inferiore è più chiara anche per la presenza di peli lunghi e finissimi.
    L’odore del carciofo è nullo ed il sapore amarissimo.

  • cardi-labottegazefiro

    Cardi – 1 Kg

    PRODUZIONE : ITALIA – LAZIO – LT – AZ. AGRICOLA 

     

    Il cardo è un ortaggio invernale di forma simile al sedano, ma appartenente alla stessa famiglia dei carciofi.

    La parte commestibile del cardo è il gambo, che ha un gusto simile a quello del carciofo, con sfumature che ricordano vagamente il sedano.

    Il cardo è un ortaggio difficile da coltivare. Infatti i suoi gambi sono piuttosto duri e di sapore amarognolo, per limitare l’amaro devono essere coltivati il più possibile in assenza di luce, il che li rende anche più candidi; e devono subire l’effetto delle gelate tardo-autunnali, che li rendono più teneri.

    I gambi devono essere bianchi e compatti e non presentare tracce di colore verde, altrimenti saranno duri e amari.

    cardi che tendono ad aprirsi non sono più molto freschi, meglio scegliere piante dal colore chiaro, chiuse e pesanti, prive di macchie, con costole croccanti e larghe.

    Il cardo ha pochissime calorie e un indice di sazietà piuttosto alto, quindi può essere arricchito di sapore anche utilizzando una certa quantità di grassi pur mantenendo una elevata sazietà.

La Fattoria Sociale

Vi Aspettiamo 
Chiama +393515158553

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi