Benvenuto
  • carciofi-labottegazefiro

    Carciofi – 1 Kg

    PRODUZIONE : ITALIA – LAZIO – LT – AZ. AGRICOLA

     

    Il carciofo è una pianta erbacea bienne probabilmente derivata dalla selezione orticola del cardo selvatico. Quindi non si rinviene allo stato spontaneo, ma viene abbondantemente coltivata come ortaggio.
    Nel primo anno si sviluppa una rosetta di foglie basali molto allungate e profondamente divise; nel secondo, dal centro della rosetta si sviluppa il fusto fiorale unico con foglie sessili più piccole ed alla sommità i capolini grandi con fiori tutti tubulosi ermafroditi, con 5 petali di colore blu-violetto. Le foglie basali del carciofo sono pennato-partite lunghe 30-60 cm e larghe 5-10 cm, con nervatura centrale prominente e segmenti dentati sprovvisti di spine; quelle alla sommità del caule sono invece di dimensioni minori, pennatofide, lobate o quasi intere. La foglia completamente sviluppata si presenta verde e glabra nella pagina superiore, mentre l’inferiore è più chiara anche per la presenza di peli lunghi e finissimi.
    L’odore del carciofo è nullo ed il sapore amarissimo.

  • cardi-labottegazefiro

    Cardi – 1 Kg

    PRODUZIONE : ITALIA – LAZIO – LT – AZ. AGRICOLA 

     

    Il cardo è un ortaggio invernale di forma simile al sedano, ma appartenente alla stessa famiglia dei carciofi.

    La parte commestibile del cardo è il gambo, che ha un gusto simile a quello del carciofo, con sfumature che ricordano vagamente il sedano.

    Il cardo è un ortaggio difficile da coltivare. Infatti i suoi gambi sono piuttosto duri e di sapore amarognolo, per limitare l’amaro devono essere coltivati il più possibile in assenza di luce, il che li rende anche più candidi; e devono subire l’effetto delle gelate tardo-autunnali, che li rendono più teneri.

    I gambi devono essere bianchi e compatti e non presentare tracce di colore verde, altrimenti saranno duri e amari.

    cardi che tendono ad aprirsi non sono più molto freschi, meglio scegliere piante dal colore chiaro, chiuse e pesanti, prive di macchie, con costole croccanti e larghe.

    Il cardo ha pochissime calorie e un indice di sazietà piuttosto alto, quindi può essere arricchito di sapore anche utilizzando una certa quantità di grassi pur mantenendo una elevata sazietà.

  • carote-labottegazefiro

    Carote – 1 Kg

    PRODUZIONE : ITALIA – LAZIO – LT – AZ. AGRICOLA

     

    La carota è una pianta erbacea dal fusto di colore verde appartenente alla famiglia delle Apiaceae; è anche uno dei più comuni ortaggi; il suo nome deriva dal greco Karotón. La carota spontanea è diffusa in Europa, in Asia e nel Nord Africa. Ne esistono molte e diverse che sono coltivate in tutte le aree temperate del globo.

    Allo stato spontaneo è considerata pianta infestante e si trova facilmente in posti assolati ed in zone aride e sassose ma anche in tutti gli ambienti rurali e perfino alle periferie cittadine.

  • cavolfiore-bianco-labottegazefiro

    Cavolfiore Bianco – 1 Kg

     

    PRODUZIONE : ITALIA – LAZIO – LT – AZ. AGRICOLA

    Tipicamente invernale e molto diffuso in Italia, il cavolfiore fa parte della famiglia delle crocifere, insieme ai broccoli, ai cavoli e ai cavoletti di Bruxelles, e più nello specifico alla varietà Brassica Oleracea.
    Il cavolfiore è una pianta dalle origini europee, ma oggi è comunque diffusa in tutto il mondo, ma in modo particolare in Cina, Francia, India e Italia, al quarto posto nella produzione del prodotto. Le regioni in cui si coltiva maggiormente sono Lazio, Puglia, Campania, Marche, Sicilia e Abruzzo.
    La stagione di maturazione è l’inverno, nei mesi di Novembre, Dicembre e Gennaio, durante i quali è possibile acquistarli a prezzi più bassi, anche se ormai sono presenti tutto l’anno sui banchi del mercato.

  • cavolfiore-verde-labottegazefiro

    Cavolfiore Verde – 1 kg

    PRODUZIONE : ITALIA – LAZIO – LT – AZ. AGRICOLA

     

    Il cavolfiore è uno degli ortaggi tipici della stagione invernale. Possiamo portarlo in tavola sia crudo che cotto, sotto forma di contorno o come condimento per primi piatti.

     

  • verza-labottegazefiro2

    Cavoli – Verza 1 Kg

    PRODUZIONE : ITALIA – LAZIO – LT – AZ. AGRICOLA

     

    cavoli appartengono alla famiglia delle crucifere, varietà Brassica. La parte edibile di queste piante è rappresentata dalle foglie o le inflorescenze ancora immature.

    cavoli sono un alimento molto importante poiché grazie al loro sapore caratteristico e le poche calorie ben si prestano a essere inseriti nei piatti della cucina Sì. 

    Tutti i cavoli contengono quantità significative di vitamina C, acido folico, fibra, potassio, e alcune sostanze particolari come i tioossazolidoni, con effetto antitiroideo, e il sulforafano, che, assieme agli isotiocianati, si ritiene abbia un effetto protettivo contro i tumori intestinali.

  • crauto-cavolo-labottegazefiro

    Cavolo Crauto – 1 kg

    PRODUZIONE : ITALIA – LAZIO – LT – AZ. AGRICOLA

     

    La maggior parte dei cavoli è originaria del bacino del Mediterraneo e si trova in coltura da tempi molto antichi. Molto coltivati in Italia (specie il Cavolfiore – vedere scheda), hanno un forte consumo sul mercato interno ed alimentano una notevole esportazione.

    In Italia il Cavolo cappuccio è coltivato in tutte le regioni anche se maggiormente nel centro-sud. Le regioni in cui è più diffusa la coltivazione sono: Puglia, Campania, Lazio, Calabria, e al Nord il Veneto.

    Si differenzia dal cavolo verza per le foglie che sono lisce e mai bollose e per la parte edule (palla o testa o cappuccio) che è più compatta.

  • cavolo-nero-labottegazefiro

    Cavolo Nero – Toscano – 1 kg

    PRODUZIONE : ITALIA – LAZIO – LT – AZ. AGRICOLA

     

    Il Cavolo nero crespo o Cavolo Toscano (Brassica oleracea var. acephala sabellica) appartiene alla famiglia delle Cruciferae – Brassicaceae,  tribù: Brassiceae –. Specie: Brassica oleracea L. var. acephala sabellica: come si intuisce appunto dal nome della varietà, a differenza di altri cavoli, non produce una testa compatta, ma sviluppa lunghe foglie.

  • cetrioli-labottegazefiro

    Cetrioli – 1 Kg

    PRODUZIONE : ITALIA – LAZIO – LT – AZ. AGRICOLA

     

    Il cetriolo è il frutto della pianta che porta lo stesso nome, formata da fusti piuttosto alti e foglie che si alternano lungo tutto il tronco: il frutto quindi si presenta con una forma allungata (misura dai 20 ai 30 cm), ricoperto di piccole protuberanze, con la buccia verde scuro e la polpa interna verde chiaro con i semi bianchi piuttosto acquosa e di sapore amaro. Le prime coltivazioni di questo ortaggio, risalgono a 5000 anni fa ed erano situate ai piedi dell’Himalaya.

La Fattoria Sociale

Vi Aspettiamo 
Chiama +393515158553

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi