Benvenuto
crauto-cavolo-labottegazefiro

  • crauto-cavolo-labottegazefiro

Crauti – 1 Kg

PRODUZIONE : ITALIA – LAZIO – LT – AZ. AGRICOLA

 

In italiano crauti corrisponde a Sauerkraut, ovvero i cavoli acidi. Sono così frequenti nella dieta germanica che in Italia formano, insieme a patate e salsicce, il cliché nutrizionale generalmente attribuito ai tedeschi.

In Italia sono diffusi nell’alto Veneto, il Friuli e la Venezia Giulia.

  • Descrizione
  • Ricette

Crauti

 

I crauti sono un alimento ottenuto per salatura e fermentazione lattica del cavolo cappuccio crudo. I crauti rappresentano un’elaborazione naturale conservativa, analoga allo yogurt.
Nella ristretta accezione italiana, la parola indica dunque una preparazione a base di cavolo cappuccio, sottoposto a fermentazione lattica naturale controllata con aggiunte di sale da cucina. Il procedimento, usato principalmente come metodo di conservazione, modifica il profilo organolettico del vegetale e conferisce ai crauti il tipico sapore deciso e un po’ aspro.

Il risultato è un alimento ricco di vitamine e sali minerali. I crauti favoriscono la digestione, poiché rinforzano la flora intestinale, allontanando così batteri e virus patogeni. Questo risultato lo abbiamo solo se mangiati crudi. Infatti nella cottura tutti i fermenti vivi, sali minerali e vitamine, così importanti per la nostra flora intestinale e non solo, vengono compromessi.

In Italia sono diffusi nell’alto Veneto, il Friuli e la Venezia Giulia.

 

ATTENZIONE: Le informazioni contenute su lafattoriasociale.com sono unicamente a scopo informativo. Per qualsiasi informazione, telefonicamente al numero verde 800 592 766  o via email dalla pagina dei contatti.

CRAUTI ALLA TIROLESE

I crauti alla Tirolese, rappresentano un tipico, ricco e saporito contorno dell’Alto Adige: preparati con pancetta affumicata, cipolla e aromi, possono accompagnare wurstel, canederli, gnocchi di patate fritti, e molte altre pietanze tipiche.

Mettete i crauti in una pentola e copriteli con 800 ml circa di acqua; aggiungete la pancetta affumicata che avrete tagliato in tre fette, il dado di carne e le bacche di ginepro. Fate cuocere per circa 45-50 minuti a fuoco dolce, coprendo con un coperchio la pentola. Trascorso il tempo dovuto, quando i crauti saranno abbastanza teneri e asciutti, spegnete il fuoco. Tritate la cipolla e fatela appassire con l’olio e il burro, poi aggiungete due cucchiai rasi di farina, mescolate, e fate dorare per qualche minuto, poi versate il contenuto nei crauti. Mettete la pentola con i crauti sul fuoco basso, mescolate per qualche istante per amalgamare, poi spegnete e servite i crauti ancora caldi.

 

Vi rimandiamo alla pagina del sito specializzato in ricette ‘’Giallo Zafferano’’

La Fattoria Sociale

Vi Aspettiamo 
Chiama +393515158553

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi