Benvenuto
peperoni-verde-labottegazefiro

  • peperoni-verde-labottegazefiro

Peperoni Verdi – 1 Kg

PRODUZIONE : ITALIA – LAZIO – LT – AZ. AGRICOLA 

 

I suoi colori sono un inno alla gioia e un invito all’assaggio: che sia verde, giallo o rosso, il peperone dà ai piatti quel tocco di vivacità in più che lo rende l’ortaggio principe dell’estate. E forse è proprio per questa sua bella presenza che quando nel XVI secolo sbarcò in Europa i botanici del tempo lo battezzarono Capsicum annum, prendendo spunto dalla parole greca kapto, che tradotto letteralmente suona come “mangio avidamente”. C’è anche un’altra versione: “capsicum” deriverebbe dal latino capsa, ovvero scatola, nome che si addice alla forma dell’ortaggio e al fatto che all’interno ha molti semi.

  • Descrizione
  • RICETTA

Peperone Verde

 

Sono diverse le varietà di peperone al mondo e sul mercato: una distinzione molto utile, oltre a quella fondamentale tra dolci o piccanti, tiene in considerazione il colore.

Il peperone a questa tinta quando viene raccolto in anticipo e ha un gusto pungente. Ideale nella peperonata o nell’insalata. Verdi sono anche i “friarelli”: sono coltivati in Campania e, nonostante l’aspetto simile al peperoncino, sono dolcissimi.

I suoi colori sono un inno alla gioia e un invito all’assaggio: che sia verde, giallo o rosso, il peperone dà ai piatti quel tocco di vivacità in più che lo rende l’ortaggio principe dell’estate. E forse è proprio per questa sua bella presenza che quando nel XVI secolo sbarcò in Europa i botanici del tempo lo battezzarono Capsicum annum, prendendo spunto dalla parole greca kapto, che tradotto letteralmente suona come “mangio avidamente”.

Crudo o cotto, il peperone è un ortaggio super rassodante

Il peperone ha pochissime calorie perché è costituito in larga parte da acqua, contiene una buona dose di provitamina A ed è soprattutto un’ottima fonte di vitamina C, nota per le proprietà antiossidanti, presente in quantità maggiore rispetto anche agli agrumi.

 

Si sa però che le vitamine sono fragili, e quindi per poterne fare tesoro, sarebbe meglio consumare il peperone a crudo, contribuendo così anche a risparmiare le calorie delle salse e condimenti.

La capsicina, difficile da digerire, è presente in quantità maggiori nella buccia: quindi basta toglierla per rendere il peperone quasi “innocuo”. È anche ammesso arrostire le falde di peperone velocemente sulla griglia e spelarle, conservando solo la polpa.

Ovviamente, vanno tolti anche i semi interni che sono piccanti e pungenti.

 

ATTENZIONE: Le informazioni contenute su lafattoriasociale.com sono unicamente a scopo informativo. Per qualsiasi informazione, telefonicamente al numero verde 800 592 766 o via email dalla pagina dei contatti.

 

 

PESTO DI PEPERONI   I peperoni sono una delle verdure estive più apprezzate e portate a tavola in tanti modi diversi: ripieniin agrodolce, insieme alla carne come il pollo con i peperoni. Oggi vi proponiamo di realizzare una salsa con questa verdura polposa e fresca: il pesto di peperoni, per condire fusilli, tagliatelle, pasta fresca ripiena o anche degli gnocchi. Noi abbiamo scelto i peperoni rossi, ma potrete realizzare il pesto anche con quelli gialli o verdi, oppure un mix di colori. Per rendere i vostri primi piatti ancora più saporiti, potete abbinare al pesto di peperoni la ricotta, oppure utilizzare delle noci al posto delle mandorle   Vi rimandiamo alla pagina del sito specializzato in ricette ‘’Giallo Zafferano’’ http://ricette.giallozafferano.it/Pesto-di-peperoni.html

La Fattoria Sociale

Vi Aspettiamo 
Chiama +393515158553

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi